“CELLULARI, WIFI & Co”, 8 luglio 2016 – serata informativa

 

Venerdì 8 luglio 2016
dalle ore 21:00

Auditorium Santa Chiara
via F. Cane, 31 – Casale Monferrato (AL)

Serata informativa sull’uso consapevole di cellulari, wifi, ecc.,
e i rischi potenziali per la salute.

Organizzata dalle associazioni
Mamme in Cerchio, L’Albero di Valentina, Passi di Vita Onlus,
con il patrocinio
del Comune di Casale  Monferrato e dell’Ordine dei Farmacisti della provincia di Alessandria.

con la partecipazione
del Dr. Paolo Orio e del Dr. Sergio Crippa
della
Associazione Italiana Elettrosensibili

[Per maggiori dettagli, vedere la locandina qui sotto.
Cliccare sulla immagine per ingrandirla.]

Elettrosensibili

Una presentazione della serata su “Il Monferrato”, di Marco Bertoncini.

[Cliccare sulla immagine per ingrandirla.]

Elettrosensibili

Health Effects of Electromagnetic Fields on Reproductive-Age Female Operators of Plastic Welding Machines in Fuzhou, China

[Effetti sulla salute di donne in età riproduttiva in seguito ad esposizione occupazionale a Campi Elettromagnetici a 50/60 Hz.

Nello studio sono stati valutati:
– sintomi di disagio: mal di testa, vertigini, letargia, sogni disturbanti, perdita di memoria, irritabilità, stanchezza, sudorazione notturna, dolori muscolari, palpitazioni, anoressia, diminuzione della libido, disturbi mestruali, difficoltà di concentrazione, ansia
– disturbi del sonno: insonnia
– livelli ormonali sierici di ormone follicolo stimolante (FSH), ormone luteinizzante (LH), prolattina (PRL), estradiolo (E2), progesterone e testosterone.]

J Occup Environ Med.
2016 Feb; vol. 58, issue 2, p 148-153. doi: 10.1097/JOM.0000000000000581.

by Xu Y1, Zhang X, Chen Y, Ren N, Lin W, Zhang Q.

1
Fuzhou Center for Disease Control and Prevention (Dr Xu, Zhang); School of Public Health, Fujian Medical University, Fuzhou, P. R of China (Dr Xu, Chen, Ren, Lin); Department of Environmental and Occupational Health Sciences, University of Louisville, Kentucky (Dr Zhang).

ARTICLE INFO

Article history
Published: 2 February 2016

Keywords
Electromagnetic fields, female workers, health effects, plastic welding machines

ABSTRACT

OBJECTIVE:

The aim of this study was to investigate the health effects of electromagnetic fields (EMFs) among female operators of plastic welding machines.

METHODS:

We examined 180 female operators in shoe factories as the exposed group, and 349 female workers from nearby supermarkets as the unexposed group.

RESULTS:

The mean radiation levels in the vicinity of the welding machines ranged from 51.3 to 368.9 V/m. The prevalence of neurovegetative symptoms increased with higher EMFs exposures (P < 0.05). The prevalence of menstrual disorder was 12.0% in the unexposed group, but was 26.8% and 33.8% in low and high-exposure groups, respectively (P < 0.01). Exposure-response relationships were found between cumulate exposure and neurovegetative symptoms and menstrual disorder (P < 0.05). Serum progesterone (P4) was significantly lower in the exposed groups (P < 0.01).

CONCLUSIONS:

EMFs exposure was associated with adverse health effects, including neurovegetative symptoms, menstrual disorder, and low level of P4.

Source/Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26849258

L’allarme del Ramazzini: “Legame tra cancro e campi magnetici”

10 marzo 2016 – “www.radiocittadelcapo.it”, di Giovanni Stinco

Cavi alta tensione - foto flickr Enrico Matteucci CC BY 2.0

Foto flickr Enrico Matteucci CC BY 2.0

Bologna, 10 mar. – Macchinisti di elettrotreni, taxisti con auto elettriche, ma anche e soprattutto tutti coloro che vivono, lavorano o vanno a scuola nelle vicinanze di cavi dell’alta tensione e di linee elettriche. Sono le categorie potenzialmente a rischio secondo i risultati di uno studio ultradecennale dell’Istituto Ramazzini di Bologna.

La ricerca sperimentale ha rilevato come il campo magnetico della corrente elettrica a 50hz possa promuovere l’insorgenza di tumori maligni. I risultati sono stati pubblicati on line in questi giorni dalla rivista International Journal of Radiation Biology. “Il campo magnetico attraversa alberi e muri, continuare a costruire elettrodotti senza tenere conto della possibile esposizione dei residenti è un comportamento non adeguato alle esigenze di protezione del cittadino”, spiega il responsabile della ricerca, il dottore Morando Soffritti.

Lo studio è stato condotto su 650 ratti esposti e 1001 ratti di controllo, e ha dimostrato come gli animali esposti a una singola dose di radiazioni ionizzanti gamma e a CM-50Hz per tutta la vita (dal periodo prenatale fino alla morte naturale) hanno sviluppato un significativo aumento dell’incidenza di tre tipi di tumore: cancro mammario, leucemia ed un raro tumore del cuore chiamato Schwannoma maligno. “L’eccesso significativo di un tumore così raro come il cancro mammario nei ratti maschi è molto importante – ha spiegato Soffritti – in quanto potrebbe contribuire a ritenere plausibile anche nell’uomo il legame tra cancro mammario ed esposizione a campi elettromagnetici in alcune categorie di lavoratori, cosa tutt’oggi non riconosciuta”.

Fonte:

http://www.radiocittadelcapo.it/archives/lallarme-del-ramazzini-legame-tra-cancro-e-campi-magnetici-171219/