Ma un “mondo intelligente” è necessariamente buono per noi?

Traduzione di una nota di Theodora Scarato is Executive Director of Environmental Health Trust  (link)

 

Sono considerazioni molto assennate e condivisibili legate a quanto sta avvenendo negli USA.  Ma lo stesso sta avvenendo in Italia, con una eco molto più ristretta.
Le situazioni sono molto simili ed in particolare come le lobby della telefonia hanno blindato il loro business con leggi (come con la nostra famosa Legge Gasparri del 2003) che non permette a nessuno (cittadino e comune) di contestare una installazione motivandola per gli aspetti sanitari!

La Scarato chiede ai lettori americani una mobilitazione perché in queste settimane nel parlamento USA si stanno legiferando regole che puntano alla massima e più veloce implementazione del 5G, eliminando tutti i possibili contrasti ed opposizioni locali: vengono rese illegali!
Ed in Italia ?!  cosa sta avvenendo, cominciando con la bozza del decreto ministeriale che aleggia nel Ministero per lo Sviluppo Economico  che vuole decuplicare il livello massimo di radiazioni ?

vedere

 

http://e-smogfree.blogspot.com/2018/09/ma-un-mondo-intelligente.html

 

 

DOCUMENTARIO INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

Documentario (Generation Zapped) sull’inquinamento elettromagnetico con interviste a ricercatori internazionali INDIPENDENTI del calibro di Olle Johansson, David Carpenter,Cindy Sage. I danni alla salute procurati da esposizioni prolungate alle radiazioni elettromagnetiche (assimilabili per potenziali rischi alla salute a piombo,amianto e fumo di tabacco) possono avere conseguenze devastanti come per es. tumori cerebrali e neurinomi dell’acustico.

Link alla pagina sorgente…

VERSO IL 5G: DANNO ALLA SALUTE?

Verso i sistemi di comunicazione 5G: ci sono implicazioni per la salute?
interessante ed importante articolo scientifico recentemente pubblicato da un ricercatore italiano (vedi sotto abstract).
Incremento della temperatura della cute,alterazione dell’espressione genica,promozione della proliferazione cellulare e sintesi proteica correlata con lo stress ossidativo,danni oculari,processi infiammatori e metabolici…..

Siamo certi di voler implementare su tutto il territorio nazionale attraverso l’installazione di migliaia di nuove antenne una tecnologia che causa danni alla salute? oltre a quelli acclarati da centinaia di studi riguardanti il 2G,3G,4G,WI-FI,WI-MAX,ecc..?

Link alla pagina sorgente…

Ricerca : più basi su alterazioni molecolari

Dariusz Leszczynski ricercatore che si impegna da anni nell’ambito degli effetti dei campi elettromagnetici sulla salute ha pubblicato una lettera aperta rivolta a diversi enti ed istituzioni, in cui ribadisce il concetto che i test di provocazione come strumento diagnostici siano fallaci e fuorvianti mentre la ricerca dovrebbe basarsi sull’individuazione di alterazioni fisiologiche molecolari.

Leggi l’articolo in lingua originale.

Valutazione S.A.R ed assorbimento dei campi elettromagnetici

Il S.A.R (tasso di assorbimento specifico) per chi???
Ancora una volta emerge in tutta la sua chiarezza come il S.A.R ( quantità  di energia assorbita dai tessuti biologici, emessa da un cellulare) sia una unità di misura obsoleta e fuori luogo. Purtroppo ci viene imposto come limite di sicurezza da non superare ( 1.6 W/Kg in UNA e 2W/Kg in Europa). Sappiamo bene come i laboratori dell’ICNIRP lo hanno definito: su manichini di plastica con rivestimento inerte e riempiti di gel proteico ( che dovrebbe essere assimilabile al contenuto di un essere umano…..).
Ebbene un manichino di dimensioni e peso assolutamente non rappresentativo per categorie di peso, altezza, capacità dielettriche differenti, come ad esempio lo sono neonati, bambini, preadolescenti, adolescenti, giovani, ecc. In questo studio appena pubblicato da ricercatori australiani, si dimostra che utilizzando dei modelli innovativi e conformi alle dimensioni della testa di un bambino, il valore di S.A.R ( per un neonato sino a 3 mesi ad esempio per frequenze considerate di 700 e 2.6 gHz)) rilevato a livello encefalico è di gran lunga superiore (dal 61 al 78%) rispetto a quello misurato per un adulto. Così come la quantità di potenza assorbita è superiore dal 40,6 al 20% sempre rispetto ad un adulto. Morale: da rivedere radicalmente i sistemi di valutazione per definire i SAR ( sempre che ci vada bene la sola valutazione sugli effetti termici sapendo che non hanno minimamente considerato quelli NON termici che causano per esempio a lungo termine Elettrosensibilità, tumori, infertilità, etc) ed i conseguenti limiti di legge che ne derivano. Lo faranno mai?

Leggi l’articolo in lingua originale.

Esposizione a campi magneti: Aborti Spontanei in Ricerca

Aborti spontanei ed esposizioni a campi magnetici: importante pubblicazione da parte di ricercatori americani che mette in evidenza un aumento del rischio quasi triplicato ( statisticamente significativo) di manifestare aborti spontanei in donne in gravidanza esposte a livelli di campo magnetico elevato rispetto a valori di minore intensità. Il principale investigatore, dr.De-Kun Li, aveva pubblicato in anni precedenti dati similari. Lo studio ha un disegno prospettico ( valore metodologico statistico di rilievo) e le misurazioni del campo magnetico sono state valutate attraverso strumenti di rilevazione utilizzati dai soggetti esposti (altro fattore qualitativo per lo studio in oggetto).

 

“We Are The Evidence” Testimony to the FCC Disability Committee on Wireless Radiation Harms

[Il 22 settembre, Dafna Tachover (che da anni si batte per i diritti degli Elettrosensibili) ha tenuto un discorso pubblico al meeting del Comitato Consultivo sulla Disabilità (Disability Advisory Committee Meeting) della FCC (Federal Communications Commission) allo scopo di perorare la nostra causa.
Tra i partecipanti alla riunione c’erano molte aziende del Wireless e della tecnologia, e organizzazioni di disabili.

Il Comitato di cui sopra è stato istituito per formulare raccomandazioni alla Commissione su una vasta gamma di questioni riguardanti le disabilità nell’ambito delle competenze della Commissione, e per facilitare la partecipazione delle persone con disabilità nei procedimenti dinanzi alla Commissione.
Dafna è Elettrosensibile e non è stato facile per lei stare in quell’ambiente inquinato. Dovremmo tutti apprezzare il suo impegno ed i suoi sforzi. 

Più sotto potete trovare il video del suo discorso.

Dafna ha recentemente creato “We Are The Evidence” (W.A.T.E.), un gruppo di difesa che si propone di rappresentare adulti e bambini che sono stati danneggiati dalle radiazioni della tecnologia Wireless.
W.A.T.E. vuole esporre questa epidemia al pubblico, far sentire la voce delle persone danneggiate e difendere i loro diritti attraverso educazione, unione e procedimenti legali. Il sito web di W.A.T.E. è stato lanciato anche se non è ancora finito, ed è raggiungibile al seguente link: W.A.T.E. website.
Se vi siete ammalati a causa delle radiazioni della tecnologia Wireless, avete la Elettrosensibilità o il cancro, siete pregati di compilare il modulo a voi dedicato, lasciando la vostra testimonianza.
Purtroppo il modulo è in Inglese ed anche la compilazione deve essere fatta in Inglese, quindi serve un po’ di impegno.
Il modulo è raggiungibile al seguente link: “I Am The Evidence” form.]

Pubblicato il 27 set 2016

7 ways your WiFi could be causing you harm

[Articolo che arriva dalla Nigeria, a testimonianza del fatto che la consapevolezza della pericolosità di WiFi, cellulari, e Wireless in generale, è diffusa a livello planetario .

7 modi in cui il Wireless può causare danni: insonnia, danni allo sperma, effetti sulla crescita cellulare, compromissione dello sviluppo dei bambini, riduzione della attività cerebrale nelle femmine, effetti sulla fertilità, stress cardiaco.]

27 September 2016 – “lifestyle.thecable.ng”, by SAMINU MACHUNGA

wifi-1


Many are on edge because they can’t imagine a world without the internet. But every good thing has it’s bad side and it’s better to educated yourself to be safe.

Insomnia

When exposed to electromagnetic radiation, you will have more difficulty falling asleep. So when you can’t sleep maybe you should just turn off your phone.

Neutralizes sperm

Wireless radiation reduces sperm movement and fragments your DNA.

Affects cell growth

Sleeping with your phone next to your head can affect your ability to concentrate.

Experiment:  One set of plants was grown in a room free of wireless radiation; the other group grew next to two routers that released the same amount of radiation as a cell phone.

Result: The plants closest to the radiation didn’t grow.

Damage to child development

This radiation has the ability to alter and stunt to growth of body tissue. Young children are more likely to be affected during their developmental stages.

Reduces brain activity in females

Experiment: A group of 30 healthy volunteers, 15 men and 15 women, were given a simple memory test. First, the entire group was tested without any exposure to Wi-Fi radiation and the results were fine.

Then, they were exposed to 2.4 GHz Wi-Fi from a wireless access point for about 45 minutes.

Result: During that portion of the testing, brain activity was measured and the women had a noticeable change in brain activity and energy levels.

Effects on fertility 

Results of experiments on animals show that some specific wireless frequencies can prevent egg implantation. According to the Global Healing Center, during the study, mice exposed 2 hours a day for 45 days had significantly increased oxidative stress levels.

Cardiac stress

Your heart reacts when surrounded by wireless networks including 3G and LTE phones. Your heart rate increases as if you are under stress. You may have not noticed this because you weren’t aware of the dangers.

All this seems scary but the use of your wireless networks can be regulated.

Every time you’re not using your wireless device you can put it away. You don’t necessarily have to turn it off, but ensure you switch off your mobile data and any wireless routers in the house.

It is more important to do so before you sleep and avoid sleeping with your phone under your pillow.

Source/Fonte:

7-ways-wifi-causing-harm