Categoria: <span>Attività</span>

5G – Elettrosensibilità: telefoni aperti …! Diretta televisiva

 

Incontro tra la Associazione Italiana Elettrosensibili e i telespettatori di Telecolor

19 ottobre ore 21 

 

 

Si parlerà di Elettrosensibilità, campi elettromagnetici, effetti sulla salute umana (e non solo) con la presenza negli studi televisivi di:

  • Dr Paolo Orio, Presidente
  • Drsa Annunziata Difonte, Medico del Supporto Medico Scientifico della Associazione
  • Dr. Giorgio Cinciripini, Vice Presidente.

Ci saranno contributi sia tecnici (Prof. Andrea Grieco), che di comuni cittadini intervistati dai giornalisti dell’emittente.

Inoltre verranno proiettati alcuni passi del cortometraggio ELETTRA prodotto dalla Associazione che parla della esperienza di una giovane donna che entra nello “tormento” della elettrosensibilità.

ecco il link al video con la registrazione dell’evento

Elettrosmog, dal Wi-Fi al 5G: gli effetti sulla salute

 

il 25 Luglio ore 21 incontriamo la Prof.sa Daniela Caccamo sul tema: elettrosensibilità e Microbiota

 

il link sul canale Youtube di A.I.E. è

https://www.youtube.com/watch?v=Gg64qxojhjA   

 

c’è la possibilità di porre domande …

Ricordiamo che questo evento fa seguito agli altri organizzati e che sono visibili nella pagina https://www.elettrosensibili.it/eventi-e-partecipazione-a-conferenze-convegni-da-parte-di-membri-di-aie/

 

Elettra: dopo la Prima-Web! del 28 giugno, il film è a disposizione di tutti!

il cortometraggio ELETTRA del regista Alessandro Quadretti realizzato grazie al contributo economico di tanti amici, che parla della elettrosensibilità seguendo la esperienza di una giovane donna che scopre cosa voglia dire questa malattia.  L’attrice Lisa Granuzza Di Vita  ha portato non  solo la sua abilità di recitazione ma anche la sua condizione di elettrosensibile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il link al film è qui

 

E’ in lingua italiana; volendo potete attivare i sottotitoli in Inglese.

 

Buona visione !

 

Elettra: il 11 Giugno a Bologna ore 21.30 sarà proiettata per la prima volta al pubblico

Sei invitato l’11 giugno 2022 alle ore 21.30 a Bologna (vedere locandina allegata) per una serata che verterà su:

–  proiezione del cortometraggio ELETTRA del regista Alessandro Quadretti realizzato grazie al contributo economico di tanti amici, che parla della elettrosensibilità seguendo la esperienza di una giovane donna che scopre cosa voglia dire questa malattia.  L’attrice Lisa Granuzza Di Vita  ha portato non  solo la sua abilità di recitazione ma anche la sua condizione di elettrosensibile

– cosa è l’elettrosensibilità e cosa Associazione Italiana Elettrosensibili sta facendo per il riconoscimento e per migliorare le condizioni di vita di chi ne è affetto

– presentazione della Iniziativa Europea

I cittadini europei

si uniscono per cambiare le regole sul 5G

 

Un’iniziativa che parte dai cittadini europei, dai comitati attivi di diversi paesi che chiedono la tutela della salute e la messa in atto del principio di precauzione in tema di inquinamento elettromagnetico

Una raccolta firme dedicata a 23 importanti proposte legislative per tutelare i cittadini e l’ambiente dai possibili pericoli del 5G.

Un treno da non perdere: abbiamo un anno di tempo!

La proposta è stata già vagliata ed approvata da una commissione UE e ora si tratta di raccogliere firme. Obiettivo: un milione di firme in totale, noi dall’Italia possiamo arrivare a contribuire con almeno 60.000 firme!

 

il 10 Giugno 22, ore 18 webinar con Prof Stella Conte

Seguono i webinar di A.I.E. di incontro del team del Supporto Medico Scientifico con i Soci ed amici .

La lista dei precedenti incontri è qui disponibile.

Questa volta incontriamo la Prof. Stella Conte di Università di Cagliari con la quale parliamo della ricerca di metodologie di riconoscimento della elettrosensibilità

L’incontro sarà online qattraverso il canale Youtube di AIE   https://www.youtube.com/watch?v=CuKnGQpAOcE

Iniziativa Europea di Associazioni per una proposta di legge popolare su 5G & Campi elettromagnetici

Grazie al grande impegno profuso da un ristretto numero di associazioni europee si è arrivati alla proposta e successiva valutazione ed  accettazione da parte del Parlamento Europeo di una iniziativa di azione popolare finalizzata ad un ripensamento della implementazione della tecnologia 5G.


Chiediamo all’UE di fare un regolamento che protegga la nostra salute, la natura, l’ambiente e la nostra privacy.

 

c’è un sito appositamente creato per dettagliare il progetto: https://signstop5g.eu/it

 

Quali sono i problemi legati all’iper-uso dei CEM ? vedere qui 

Quali sono le motivazioni ed obiettivi ?  vedere qui 

Quali sono le associazioni impegnate ?  vedere qui 

Come raggiungere l’obiettivo?  cosa è l ‘ ECI (European Citizens Initiative) ?  vedere qui 

Quindi dobbiamo raccogliere ben 1 milione di firme in almeno 7 nazioni della UE.

La raccolta delle firme inizi il prossimo 1^ Marzo      E’ ammessa la firma digitale, ad es. tramite SPID.

 

Vi terremo informati per chiedere il vostro impegno individuale per raccogliere le (tante) firme richieste.

 

Smart SMOG

FABIA DEL GIUDICE : “Smart SMOG”
disponibile da oggi sul sito ell’editore www.edizionisi.com e ordinabile in libreria
La diffusione planetaria della tecnologia wireless ci espone incessantemente alle radiazioni emesse da smartphone, tablet, smart meter, dispositivi Wi-Fi, stazioni radio base. La legge stabilisce i limiti di esposizione, ma tali limiti tutelano davvero la nostra salute?
Da più parti assistiamo alla riproposizione del paradigma “No Risk”, che ci tranquillizza ma non ci protegge, mentre nella nebbia dello Smart smog, destinata a farsi sempre più fitta, si aggira lo spettro di diverse patologie: malattie neurodegenerative, elettrosensibilità, insonnia, deficit di attenzione e memoria, calo della fertilità.
Numerosi organismi internazionali (come l’Agenzia Europea dell’Ambiente, il Parlamento Europeo e il Consiglio d’Europa) sottolineano l’urgente necessità di ridurre l’esposizione umana alle radiazioni wireless, considerando come categorie a rischio bambini, ragazzi, donne incinte e soggetti elettrosensibili.
AIE DAL 2005