Gli scienziati affermano che il Wi-Fi può portare gravi rischi per la salute

[Articolo datato ma che vale la pena leggere, traduzione in italiano di un articolo originariamente scritto in portoghese sul sito “www.hypescience.com”.]

3 agosto 2015 – “www.pianetablunews.it”

Uno squilibrio metabolico causato dalla radiazione dei nostri dispositivi wireless può essere collegato ad alcuni rischi per la salute, come ad esempio varie malattie neurodegenerative e persino il cancro, suggerisce uno studio pubblicato di recente.

Questo squilibrio, noto anche come stress ossidativo, è definito dal co-autore Igor Yakymenko come “uno squilibrio tra la produzione di specie reattive dell’ossigeno (ROS) e difesa antiossidante.”

Yakymenko spiega che lo stress ossidativo a causa di un esposizione a radiofrequenza è in grado di spiegare non solo i tumori ma anche altri disturbi minori come il mal di testa, affaticamento e irritazione della pelle, che possono verificarsi dopo l’esposizione a lungo termine.“Questi effetti sono un chiaro segno dei rischi reali di questo tipo di radiazioni per la  salute umana”, avverte.

Attenzione al Wi-fi

L’articolo spiega che i ROS, che sono spesso prodotti nelle cellule a causa di ambienti aggressivi possono anche essere indotti dalla “radiazione wireless comune”.

Una recente ricerca mostra i possibili effetti cancerogeni delle radiofrequenza (RFR) e la radiazione a microonde. Nel 2011, l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro RFR la classificata come possibile cancerogena per l’uomo. Ma la mancanza di una chiara spiegazione dei meccanismi molecolari di tali effetti di RFR non ha aiutato l’accettazione di un reale rischio. L’articolo dimostra che gli effetti pericolosi di RFR potrebbero essere sviluppati attraverso la “meccanica classica” di perdita di valore ossidativo nelle cellule viventi.

Yakymenko e i suoi colleghi avvertono di un approccio precauzionale nell’utilizzo di tecnologie wireless, come telefoni cellulari e internet wireless. [ Science Daily ]

Fonte: http://hypescience.com/wi-fi-saude/

Fonte:

http://www.pianetablunews.it/?p=23546