WI FI ed infertilità

Sono stati utilizzati dati ottenuti da 23 articoli scientifici,tra cui 15 studi sui ratti, tre studi sui topi e cinque studi sulla salute umana. Conteggio dello sperma, motilità e integrità del DNA erano i parametri più colpiti quando esposti alle radiofrequenze emesse dal Wi-Fi.
La struttura e le analisi fisiologiche dei testicoli hanno mostrato alterazioni degenerative, riduzione del livello di testosterone, aumento di cellule apoptotiche (morte cellulare) e danni al DNA. Questi effetti erano principalmente dovuti all’aumento della temperatura del testicolo e alla attività di stress ossidativo. In conclusione, l’esposizione alle radiofrequenze di 2,45 GHz emessa dal Wi-Fi è pericolosa per il sistema riproduttivo maschile.
DOMANDA: QUANDO VERRA’ RIMOSSA DALLE NOSTRE SCUOLE ( E CASE..) QUESTA DEVASTANTE FREQUENZA? MINISTERO DELLA SALUTE,ISS,QUALE GRAVISSIMA RESPONSABILITA’ VI SIETE ASSUNTI CON L’IRRICEVIBILE RAPPORTO ISTISAN?