DOCUMENTARIO INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

Documentario (Generation Zapped) sull’inquinamento elettromagnetico con interviste a ricercatori internazionali INDIPENDENTI del calibro di Olle Johansson, David Carpenter,Cindy Sage. I danni alla salute procurati da esposizioni prolungate alle radiazioni elettromagnetiche (assimilabili per potenziali rischi alla salute a piombo,amianto e fumo di tabacco) possono avere conseguenze devastanti come per es. tumori cerebrali e neurinomi dell’acustico.

Link alla pagina sorgente…

VERSO IL 5G: DANNO ALLA SALUTE?

Verso i sistemi di comunicazione 5G: ci sono implicazioni per la salute?
interessante ed importante articolo scientifico recentemente pubblicato da un ricercatore italiano (vedi sotto abstract).
Incremento della temperatura della cute,alterazione dell’espressione genica,promozione della proliferazione cellulare e sintesi proteica correlata con lo stress ossidativo,danni oculari,processi infiammatori e metabolici…..

Siamo certi di voler implementare su tutto il territorio nazionale attraverso l’installazione di migliaia di nuove antenne una tecnologia che causa danni alla salute? oltre a quelli acclarati da centinaia di studi riguardanti il 2G,3G,4G,WI-FI,WI-MAX,ecc..?

Link alla pagina sorgente…

“SENSIBILE” : PAGINA UFFICIALE E NEWS

“SENSIBILE”, docu/fil su ELETTROSENSIBILITA’ ed MCS del regista Alessandro Quadretti, è stato proiettato a Kalamata nell’ambito del film festival del Peloponneso. GRANDE SUCCESSO!!

2 malattie negate, migliaia di persone senza diritti sanitari ed umani… VERGOGNA!

Dott.Paolo Orio presidente Associazione Italiana Elettrosensibili, www.elettrosensibili.it

Ieri sera circa 70 persone hanno assistito alla proiezione di Sensibile a Kalamata: applausi, domande, interesse. Siamo soddisfatti anche perché il contesto è quello di un Festival di buon livello con documentari ben fatti e originali. Avanti così!

Link diretto alla Pagina Ufficiale SENSIBILE

Ricerca : più basi su alterazioni molecolari

Dariusz Leszczynski ricercatore che si impegna da anni nell’ambito degli effetti dei campi elettromagnetici sulla salute ha pubblicato una lettera aperta rivolta a diversi enti ed istituzioni, in cui ribadisce il concetto che i test di provocazione come strumento diagnostici siano fallaci e fuorvianti mentre la ricerca dovrebbe basarsi sull’individuazione di alterazioni fisiologiche molecolari.

Leggi l’articolo in lingua originale.

Esperimenti Cancerogenesi : radiazioni classe 1

Pubblicata la più grande ricerca di cancerogenesi su animali da esperimento (ratti e topi) da parte dell’ente governativo americano National Toxicology Program. Acclarata la relazione tra esposizioni alle frequenze GSM del cellulare e forme tumorali in ratti e topi. Secondo Anthony Miller, già consulente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, lo studio conferma definitivamente che la radiazione a radiofrequenza deve essere classificata come cancerogeno di classe 1.

Leggi l’articolo in lingua originale.

ADDIO PROF. GENOVESI

Tutti i membri dell’Associazione Italiana Elettrosensibli e gli ammalati di elettrosensibilità, si  uniscono al dolore della famiglia per la scomparsa, avvenuta Domenica scorsa  21 Gennaio, del prof. Genovesi Giuseppe, ricercatore presso il Policlinico Umberto I di Roma, immunologo, endocronologo, psichiatra.

Il prof. Genovesi ha  speso la sua vita per curare in particolare i malati di MCS (SENSIBILITA’CHIMIICA MULTIPLA) ma anche  di Elettrosensibilità e di altre patologie legate all’ambiente. Si è battuto per il riconoscimento di queste patologie “negate”. Ha saputo aiutare tutti i malati con professionalità,  dolcezza e disponibilità. Doveroso il nostro ringraziamento per tutto quello che ha fatto  per i malati di MCS e di Elettrosensibilità ,patologie spesso presenti in comorbidità.

L’Associazione Italiana Elettrosensibili nella attività di informazione e di  aiuto ai malati  di Elettrosensibilità, cercherà di onorare la sua memoria, continuando a battersi per il riconoscimento di queste patologie e aiutando i malati, spesso fortemente disabili, auspica un coordinamento tra Associazioni impegnate sugli stessi temi.

Grazie Prof.

L’Associazione Italiana Elettrosensibili